Benvenuti a
BELFORTE MONFERRATO

COMUNE DI BELFORTE MONFERRATO

Visita

La nostra passeggiata inizia con la salita al Castello, edificato sui resti dell’antico convento benedettino. Ha pianta a quadrilatero con cortile e risente delle modifiche ed ampliamenti che si susseguirono nei secoli. Scendendo verso il borgo si incontra la Chiesa della Natività di Maria Vergine e San Colombano: presenta un campanile sormontato da una statua in bronzo dorato raffigurante la Madonna con il Bambino. L’interno, a navata unica, conserva l’altar maggiore in marmi policromi e due altari laterali. Di pregevole fattura è la statua in marmo della Madonna del Rosario, in stile barocco, che secondo la tradizione giunse a Belforte da Milano su un carro trainato da buoi, mentre la pala della Crocifissione è di autore ignoto, ma la raffinatezza dell’esecuzione la rimandano allo stile della scuola di Domenico Fiasella.

Ricordiamo anche l’Oratorio della S.S. Annunziata: nato nel secolo XVI è stato caratterizzato sempre da un forte spirito di solidarietà, finanziando iniziative che potessero aiutare i confratelli più bisognosi. Alle pareti sono collocati gli splendidi crocifissi che la Confraternita mostra durante le solenni processioni.

Belforte Monferrato
img_5759 pian-carpeneto-papa processione

Belforte Monferrato

Belforte Monferrato
img_20191005_145140-01 madonnina3 panorama-nebbia

Belforte Monferrato

Belforte Monferrato
img_20191005_143953-01 icona madonnina1

Belforte Monferrato

Storia
Secondo la tradizione il primo insediamento sorse per opera di San Colombano, monaco irlandese e fondatore dell’abbazia di Luxeuil in Borgogna, da cui deriva l’antico nome di Belforte Uxetium (piccola Luxeuil). Durante il XIII secolo il paese entrò a far parte dei domini di Genova, prima con gli Spinola e poi, nel 1642, Lorenzo Cattaneo della Volta assunse il titolo di Marchese di Belforte. Nel Settecento il paese era sotto il dominio dei Savoia e nel 1805 passò all’impero napoleonico. I Cattaneo della Volta rimasero, dopo la Restaurazione, signori del paese fino all’Unità d’Italia.

Curiosità
Chi si inerpicasse lungo la salita di Via Rossiglione, raggiunto il crinale della collina, può proseguire il cammino scendendo verso il torrente Stura e addentrarsi nel bosco. Al termine della discesa, dopo un percorso di circa 1,5 km, raggiungerà Pian Carpeneto, sulla riva destra del torrente e lì troverà la Chiesetta di S. Maria ai Monti. La chiesa, voluta da Don Wandro Pollarolo, esperto radioamatore ed indimenticabile parroco del borgo, è nata anche per l’impegno dei numerosi gruppi scout che, anno dopo anno, hanno scelto questa zona immersa nella natura come luogo ideale per i loro campi estivi.

FOLKLORE / APPUNTAMENTI

Se volete assaporare tanti piatti della tradizione piemontese e ligure non potete mancare, a fine agosto, alla Sagra delle Trofie al Pesto.

INFO

Via San Colombano, 3
15070 BELFORTE MONFERRATO (AL)

tel. 0143 86501 – fax 0143 824896
www.comune.belfortemonferrato.al.it
info@comune.belfortemonferrato.al.it

EVENTI

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

EXPERIENCE


IAT – Informazione ed Accoglienza Turistica – OVADA

Via Cairoli 107
Tel. e Fax: 0143 821043
e-mail: iat@comune.ovada.al.it

ORARIO ESTIVO (da Marzo a Dicembre)
Lunedì CHIUSO
Martedì e Domenica: 9:00-12:00
Da Mercoledì a Sabato: 9:00-12:00 e 15:00-18:00

ORARIO INVERNALE (Gennaio e Febbraio)
Lunedì e Domenica CHIUSO
Martedì: 9:00 -12:00
Da Mercoledì a Sabato: 9:00-12:00 e 15:00-18:00


Informativa Privacy [Leggi]