Benvenuti a
CARPENETO

COMUNE DI CARPENETO

Visita

La nostra visita inizia dalla piazza principale del centro abitato, dominata dal Castello; oggi si presenta in una veste molto differente da quello che era l’originario impianto medievale: in un primo momento è probabile che esistesse una sola torre isolata, il “mastio”, posto all’interno di un recinto protetto da un fossato. La torre, a sezione quadrata in pietre e mattoni, è l’elemento più antico dell’edificio. La Cappella di Sant’Antonio, situata all’interno delle mura del castello, è di origine romanica; nel ‘600 ospitava i malati di peste e, successivamente, fu destinata ad alloggi militari, scuderia e fienile ed è considerata una delle cappelle più antiche del Monferrato.

La visita prosegue con l’attuale Parrocchiale, la Chiesa di San Giorgio, che sembra risalire al XII secolo ma notizie certe si hanno solo a partire dalla metà del 1500. La facciata è tipicamente barocca, mentre l’interno, a tre navate, presenta una decorazione neobarocca. Di particolare pregio, il crocifisso ligneo commissionato nel 1712 ad Anton Maria Maragliano. Il cimitero di Carpeneto, invece, ospita la Tomba della famiglia Garrone, impreziosita dalle opere del famoso artista Francesco Messina: modellate in bronzo e rivestite da patina verde nel 1964, le sculture presentano il gruppo monumentale della Pietà e cinque altorilievi raffiguranti le ultime stazioni della Via Crucis.

Carpeneto
parrocchia torre-del-castello via-per-parrocchia

Carpeneto

Carpeneto
casa3 comune oratorio

Carpeneto

Carpeneto
carpeneto4 casa1 carpeneto1

Carpeneto

Storia
Citato come Castrum Carpani in un documento del X secolo, Carpeneto fu luogo strategico tra le zone del tortonese e dell’acquese che portavano verso Genova. Il borgo, in origine feudo aleramico, passò sotto il dominio di storiche famiglie nobiliari e venne, infine, annesso agli Stati Sabaudi. Nel 1841 il conte Giovanni Gerolamo Rolla vendette il castello con le terre annesse ai Marchesi Pallavicini, i cui discendenti ancora oggi ne sono i proprietari.

Curiosità
A Carpeneto, nel 1845, nacque lo studioso Giuseppe Ferraro, filologo e conoscitore delle tradizioni popolari. Insieme alla carriera di insegnante si occupò di ricerca continua e minuziosa dei vari aspetti della tradizione popolare che, partendo dalla sua Carpeneto, si allargò negli anni successivi al Monferrato e, successivamente, in altre regioni d’Italia. Scrisse racconti, canti e saggi producendo una vasta ed eterogenea quantità di opere.

FOLKLORE / APPUNTAMENTI

La Fiera di San Giorgio, nel mese di aprile, anima le vie del paese e, la settimana di ferragosto, nella frazione di Madonna della Villa, si svolge la tradizionale Sagra dello Struzzo. A maggio il centro storico fa da cornice a “Cortili fioriti e…”, colorata esposizione florovivaistica, con tipicità locali, mercatino e mostre.

INFO

Piazza Municipio, 6 – 15071 CARPENETO
tel. 0143 85123 fax 0143 85266

sito web: www.comune.carpeneto.al.it
e-mail: carpeneto@ruparpiemonte.it
altitudine sul livello del mare m. 329


IAT – Informazione ed Accoglienza Turistica – OVADA

Via Cairoli 107
Tel. e Fax: 0143 821043
e-mail: iat@comune.ovada.al.it

ORARIO ESTIVO (da Marzo a Dicembre)
Lunedì CHIUSO
Martedì e Domenica: 9:00-12:00
Da Mercoledì a Sabato: 9:00-12:00 e 15:00-18:00

ORARIO INVERNALE (Gennaio e Febbraio)
Lunedì e Domenica CHIUSO
Martedì: 9:00 -12:00
Da Mercoledì a Sabato: 9:00-12:00 e 15:00-18:00


Informativa Privacy [Leggi]